COME RATEIZZARE UN INGIUNZIONE DI PAGAMENTO (DECRETO INGIUNTUIVO)

Un decreto ingiuntivo, ingiunzione di pagamento o provvedimento monitorio è un atto giudiziario effettuato da un giudice che, su richiesta di un creditore, ingiunge al debitore: un pagamento di una somma di denaro, la consegna di cose fungibili o la consegna di una determinata cosa. È spesso un procedimento molto breve con il quale, nella maggior parte dei casi, si può arrivare ad una soluzione che metta d’accordo entrambe le parti.

Ma come posso rateizzare un ingiunzione di pagamento?

In molti casi è possibile rateizzare un decreto ingiuntivo grazie al cosiddetto saldo e stralcio. Questa formula può avvenire solo se si è trovato un accordo tra ambe le parti. Con lo stralcio è possibile effettuare un pagamento parziale della somma “stralciando” quella restante.

Il creditore raggiunge così un punto d’incontro, dove anche se perderà una parte della somma che gli spetta, avrà comunque la sicurezza di essere risarcito. Dalla parte opposta si trova invece il vantaggio di non dover pagare la somma per intero, e per di più rateizzandola.

Non esiste una norma che disciplina la formula del saldo e stralcio, ma è di sicuro una soluzione vantaggiosa tra i due attori che permette oltremodo di chiudere la questione in maniera pacifica. Questa soluzione deve essere redatta e sottoscritta per atto pubblico notarile, in cui si definiranno tempi e modalità di pagamento.

Per farla breve, affidarsi un notaio per sottoscrivere soluzioni importanti di questo tipo è sempre consigliato.