Bordeaux: la città francese per eccellenza per la produzione di vino

Quando immagini la Francia, ti vedi seduto ad un caffè all’aperto, aperitivo in mano, a guardare la folla passeggiare lungo il fiume, fiancheggiata da magnifici edifici del XVIII secolo? Se è così, potresti pensare che Parigi sia l’unico posto per realizzare quella visione, invece la città di Bordeaux , una città portuale un tempo più lenta e poco apprezzata, oggi offre tutti gli ingredienti del perfetto idillio francese, insieme al fascino di essere la regione vinicola più famosa della Francia.

La bellezza è facile da trovare in Francia, ma Bordeaux ha un bagliore speciale. Il centro storico della città è stato costruito quasi interamente da un unico tipo di calcare color avorio estratto nelle campagne vicine.
La pietra calcarea brilla brillantemente al sole e risplende d’oro alla luce della lampada. Purtroppo, negli anni ’80 la bellezza del Bordeaux era stata gravemente offuscata.
Il calcare è notoriamente poroso e secoli di industria hanno rivestito i suoi edifici storici con uno strato di nero fuligginoso. Ma a partire dalla metà degli anni 2000, è stato avviato un monumentale progetto di restauro civico per pulire in superficie l’intero centro cittadino, edificio per edificio, ei risultati sono spettacolari.

Bordeaux è la porta d’accesso alla regione vinicola più famosa della Francia

Da quando i romani vi piantarono per la prima volta l’uva 2000 anni fa, il vino è stato alla base dell’identità di Bordeaux. Fortunatamente, la degustazione di vini è di facile accesso qui, come tutto il resto.

Se, come me, non sei ben istruito in fatto di vino, non preoccuparti. Lo sarai dopo una visita a Bordeaux. Giustamente orgogliosa dei suoi vini, che sono considerati tra i migliori al mondo, la regione di Bordeaux celebra il suo ruolo di centro storico della vinificazione con attività legate al vino pensate per farti vivere- e degustare – come un esperto di vini.

Cité du Vin, il primo museo interattivo del vino al mondo, è stato aperto nel 2017 con il plauso della critica per il suo scintillante design moderno simile ad un alveare e per le mostre interattive ad alta tecnologia.

Quando sei pronto per avventurarti nelle cantine stesse, le gite di un giorno sono offerte da numerosi operatori e organizzate dall’ufficio del turismo di Bordeaux, che ti aiuterà anche a pianificare un itinerario individuale. L’energia innovativa prevale, con la generazione emergente di molte delle dinastie vinicole familiari più note di Bordeaux che sperimentano nuove varietà e soddisfano i gusti e le tendenze contemporanee.

Uno dei preferiti è Chateau Simon nella regione di Graves, appena fuori dall’adorabile villaggio di Barsac, dove le sorelle Pauline e Anne-Laure sono la sesta generazione della famiglia Dufour a produrre vino.

Ammirerai anche Domaine La Bastane , dove i proprietari Anaïs Bernard e Bastien Pestourie affittano stanze in una casa padronale restaurata del XVI secolo completa di una torretta e invitano gli ospiti a degustare da botti di vino dipinti con murales.
Chateau les Doms, dove tre generazioni di donne hanno fatto insieme vino, ha aperto una sala degustazione amichevole e informale nella cucina di una fattoria secolare.